Come Sedurre in Discoteca


By

Mi chiamo Lorenzo, in arte Zema.
A parte le mie aspirazioni professionali future, l'occupazione che tiene impiegato maggiormente il mio tempo, ormai da qualche anno, è la seduzione.

Fin dall’adolescenza non ho mai fatto fatica a rapportarmi col sesso opposto, almeno tramite i mezzi di comunicazione multimediali (iniziai allora, nel 2009, con MSN, per poi usare Facebook, seguito da Whatsapp e più recentemente da Ask.fm).

Una piccola parentesi: ti sei mai sentito in imbarazzo di fronte a una ragazza? Se anche a te capita di non sapere cosa dire a una donna, ti svelo un piccolo segreto: lo trovi qui

Il vero problema sorgeva quando si trattava di essere faccia a faccia: durante gli appuntamenti risultavo noioso, timido e talune volte impacciato. Sbagliavo le tempistiche e il risultato era sempre lo stesso, un fiasco totale.

Ero il classico bravo ragazzo che aspirava a trovare una fidanzata carina, ma che rimaneva spesso vittima di ragazze esteticamente bellissime ma con caratteri pessimi, abituate a trattare i propri spasimanti come cagnolini. Questa situazione andò avanti dal termine delle medie a metà delle superiori, quando finalmente mi svegliai e decisi che sarei stato io a condurre il mio gioco con le ragazze, e non più loro a giocare con i miei sentimenti, come avevano fatto tutte fino ad allora.

Nel frattempo, però, parallelamente iniziai anche un altro percorso, un percorso che avrebbe poi caratterizzato il mio futuro, e grazie al quale ora sei qui a leggermi. Quel percorso era la seduzione in discoteca.

Infatti, sebbene posso considerarmi un bravo seduttore in chat (riuscendo senza difficoltà ad ottenere numeri di telefono, appuntamenti e, da ormai un anno, ad eccitare le ragazze solo tramite messaggi scritti), il campo in cui eccello è sicuramente la pista da ballo.

Leggi il seguito della mia storia in questo articolo.

Scopri ora Le 5 cose da NON fare in Disco

Leggi i .pdf gratis sull'Approccio:
  Sconfiggi la Timidezza e Parlale!


Condividi:
Dì la tua Opinione!