Il Potenziale Inesplorato della Mente



In questo articolo voglio parlarti del perché le Emozioni, la Crescita Personale, le Discipline Orientali e la Seduzione siano argomenti tuttora scomodi, affronterò il tema tenendo come linea guida principale i cambiamenti che la Psicologia ha affrontato nei secoli.
Voglio condividere con te in questa pagina tutte le informazioni degne di nota che ho raccolto in questi giorni. Sono certo che ti incuriosiranno. INIZIAMO!

Lo sapevi che "Psicologia" significa: studio dell'anima (psiché), attraverso la parola (logos)?

Eppure la Psicologia moderna tratta relazioni tra processi, funzioni e comportamenti... che fine ha fatto la psiché? Come mai è stato escluso qualsiasi discorso Filosofico?

La causa di ciò è stata la rivoluzione Scientifica del '600 seguita dalle correnti di pensiero del Razionalismo, Illuminismo e del Positivismo dell'800 che stravolsero a proprio piacimento il pensiero di Kant per giustificare le loro pretese teoriche.

Per il Positivismo è reale e meritevole di studi e attenzioni solo ciò che è quantificabile e sensorialmente percepibile. La civiltà in quel periodo appariva come una vera e propria anomalia era difatti l'unica ad essersi sviluppata in un senso puramente materiale.

In quel clima di forti pressioni la Psicologia, dimenticando le proprie radici, è stata anch'essa riconosciuta come Scienza. Mi permetto di definirla un'auto-castrazione in quanto la Psicologia ha rinunciato esplicitamente e definitivamente a porsi domande Filosofiche, proprio quei temi grazie ai quali era nata nel VII secolo a.C. in Grecia.

Se un evento non è scientificamente dimostrabile o comprensibile non significa che questo non esista. Idee, pensieri, sentimenti ed esperienze interiori, anche se non ne comprendiamo i meccanismi, sono certamente reali per il soggetto che le prova. È una gran presunzione voler racchiudere l'uomo negli schemi riduttivi della scienza.

Tuttavia quel passato non è poi così lontano, gli effetti di quel periodo si notano ancora oggi, ma per fortuna, grazie alla diffusione di massa di informazioni libere su internet, stiamo affiorando da quella condizione materialistica (tra poco parlerò di alcuni esperimenti e studi).

Com'era la Psicologia all'inizio?

Emozioni e Filosofia venivano prima delle Patologie

Ma com'era la psicologia inizialmente? I greci parlavano di tre elementi che costituivano l'uomo sòma/hyle (il corpo, la materia), psiché/bìos (l'anima, l'energia vitale, la capacità percettiva, istinto ed emozioni), noùs/pnéuma (lo spirito, la coscienza, la consapevolezza stessa, la capacità logica di elaborare concetti e formulare giudizi).

Queste 3 dimensioni dell'uomo sono in equilibrio armonico e strettamente correlate tra loro. Quando qualcosa non va in anima o spirito si presentano disfunzioni e malattie nel corpo, motivo per cui era poco efficace una cura dei sintomi senza la scoperta della causa emotiva/psicologica celata dietro di essi (anche le dottrine orientali concordano su questo pensa all'equilibrio dello yin/yang).

In particolare la medicina antica (Asceplio, Ippocrate) ha sempre affermato che le emozioni incidono sulla salute. È l'emozione che fa ammalare ed è solo l'emozione che può far guarire.

«Coloro che si limitano a studiare e a trattare gli effetti della malattia sono come persone che si immaginano di poter mandar via l'inverno spazzando la neve sulla soglia della loro porta. Non è la neve che causa l'inverno, ma l'inverno che causa la neve.» Paracelso

Una piccola parentesi: ti sei mai sentito in imbarazzo di fronte a una ragazza? Se anche a te capita di non sapere cosa dire a una donna, ti svelo un piccolo segreto: lo trovi qui

"È colpa dello stress"

Quante volte te lo sei sentito dire?

Un giorno vicino a me sentii parlare due amiche tra loro, una diceva di essere stressata e che ogni tipo di sciampo, anche quelli naturali e ipoallergnenici, le causavano irritazione cutanea, mi intromisi dicendole: "Il punto non è cambiare sciampo, pensa ai reali motivi di ciò che chiami stress e lavora su quelli".

Oggi siamo ancora lontani dal collegare esattamente un'emozione ad un problema specifico, si tende a generalizzare tutti gli stati emotivi con la parola magica "stress" e poi ci si ferma lì, non ci viene nemmeno l'idea di nominare le emozioni provate (es. frustrazione, delusione, rabbia, umiliazione, insoddisfazione, agitazione). Ho parlato del come esprimere i propri stati d'animo in alcuni articoli pubblicati su Upgrade Your Mind.

La neuroscienziata Candace Pert ha studiato come varia l'attività delle neuropeptine a seconda degli stati emozionali. Ha dimostrato che le "molecole emotive" sono situate in tutto il corpo e non solo nel cervello. Inoltre i suoi studi indicano che la coscienza può generare queste molecole indipendentemente dagli stimoli esterni (libro Molecules of Emotion).

Qualche passo avanti è stato fatto, recenti ricerche hanno stabilito che il fattore che incide di più sulla probabilità di avere un infarto non è il fumo o il colesterolo ma alcune emozioni negative: la Rabbia in primis (fonte), seguita da Depressione e Ansia (fonte).

Un altro studio ha mappato le parti del corpo più attive quando si provano le principali emozioni (Rabbia, Paura, Disgusto, Gioia, Tristezza, Sorpresa, Ansia, Amore, Depressione, Disprezzo, Orgoglio, Vergogna, Invidia).

A parte queste correlazioni più specifiche le Emozioni vengono ancora trattate come un tutt'uno, siamo ancora fermi alle relazioni tra stress e sistema immunitario. Si spera che la nuova scienza della PsicoNeuroEndocrinoImmunologia (PNEI) possa portare più chiarezza e specificità in tale campo.

Ecco che, imparare a gestire le proprie emozioni, passa dall'essere considerata una frivolezza ad avere una grande importanza. Non a caso corsi di Yoga, Qi Gong, Tai Chi, Meditazione stanno spopolando, esistono da migliaia di anni e noi fino a 20 anni fa non sapevamo nemmeno che cosa fossero esattamente.

Scommetto ti sarà capitato di sentirti dire da qualche tuo conoscente di sentirsi meglio dopo aver iniziato a praticare qualche disciplina orientale.

Il fatto che la scienza non sia ancor oggi del tutto in grado di spiegare esaustivamente il funzionamento psichico e biologico di quei processi non rende quegli eventi meno veri.

Che senso ha screditare una cosa che funziona solo perché non si capiscono esattamente i meccanismi?

Del resto anche la medicina moderna ha iniziato a tenere in considerazione l'importanza del potere delle proprie convinzioni, mi riferisco al famoso effetto placebo (quando pensi che un qualcosa ti fa stare meglio, guarisci più velocemente solo per il fatto che tu ci creda).

Quali emozioni si celano dietro questo concetto?

Fiducia nella terapia, Fede, Aspettativa positiva, Speranza, Desiderio intenso, Amore, Accettazione... di certo non Sconforto, Scetticismo e Pessimismo...

È meglio investire tempo e denaro per dimostrare come ciò che provi condiziona come stai o ha più senso investire queste energie per imparare (e insegnare agli altri) come accettare, esprimere e gestire i propri stati emotivi?

La Materia non esiste, tutto è Energia

Stiamo ancora ignorando le Meravigliose scoperte del secolo scorso

Torniamo a fine '800. Attraverso l'ipnosi Freud faceva rivivere ai pazienti le emozioni di un particolare evento traumatico. I pazienti rivivevano le emozioni represse, si sentivano liberati e stavano subito meglio (affrontando l'esperienza anche dal punto di vista conscio l'effetto era ancora più accentuato).

La stessa parola emozione significa "trasportare fuori", l'emozione è un impulso all'azione che nasce da dentro e va espresso fisicamente, se si "trattiene" genera tensioni e problemi. Eventi psichici (consci o inconsci) possono determinare cambiamenti somatici nell'uomo. Questo è il fondamento della medicina Psicosomatica.

In seguito Jung parlando di Coscienza Collettiva crea un riavvicinamento tra psicologia e filosofia, tra scienza moderna e sapienza antica. Venne introdotto il concetto di Energia, Freud la definì libido, Jung energia vitale/psichica, Reich orgone, Lowen bioenergia (e chissà quanti altri ne hanno dato una loro definizione nel '900 se me li suggerisci nei commenti li aggiungo).

Si iniziò a parlare di tensioni e blocchi muscolari che impedivano il libero fluire dell'energia biologica, la rigidità del corpo è una difesa una corazza che noi ci creiamo per proteggerci da emozioni scomode (praticamente lo stesso concetto dei Chakra indiani).

Per capire come "controllare e dirigere" quest'energia si sono mobilitati in molti. Emile Couè con l'autosuggestione indotta, Milton Erikson con l'ipnoterapia, il training autogeno di Schultz, la sofrologia di Caycedo, la Gestalt di F. Perls, la Biosintesi di D. Boadella e le più recenti PNL (programmazione neuro linguistica), EFT (Emotional Freedom Techniques). La stessa Fisica Quantistica afferma che la materia è un illusione e che noi stessi non siamo altro che Energia.

Non c'è alcuna teoria scientifica che definisca questa energia di fondo che si manifesta in tanti modi, sappiamo che i diversi stati emozionali si traducono in diverse frequenze elettromagnetiche e che queste sono percepite dalle persone che ci stanno accanto influenzandole, la definizione più azzeccata a mio avviso è la seguente che risale al IV secolo a.C.:

«Il Tao è un vuoto turbinante, sempre in azione e inesauribile. È un abisso insondabile, origine di tutte le cose, e unifica il mondo.» Lao-Tzu

Anche se fosse vero che siamo tutti interconnessi cosa cambia nella nostra piccola realtà? In che modo PRATICO questi concetti possono cambiare la nostra vita in meglio? Esiste un modo per controllare e sfruttare questa Energia?

Se ti è capitato di fare un esercizio di PNL o di Yoga ti sarai reso conto di come una voce descrittiva possa aiutarti a creare un'immagine chiara e precisa nella tua mente (crei una specie di trance che aggira i blocchi dello scetticismo razionale) e di come il concentrarsi, il focalizzare l'attenzione su un solo e specifico punto (converge le energie vitali) possa cambiare lo stato delle cose (calore, sensazioni, emozioni). Sia l'ipnosi che le discipline antiche seguono questa struttura.

La nostra Mente funziona ad "immagini in movimento", ogni giorno nella nostra testa scorrono scene di ogni tipo. Attraverso l'immaginazione possiamo vivere esperienze nella nostra mente e provare emozioni REALI. Prova a pensare al tuo cibo preferito, un profumato piatto di spaghetti allo scoglio, ti verrà l'acquolina in bocca. Prova a pensare ad un bel momento passato insieme ad una persona cara proverai subito qualche forte emozione.

Gli sportivi prima di una gara vivono il momento nella loro testa più e più volte, si immaginano la loro prestazione nei dettagli e durante la gara si sentono più sicuri e ottengono mediamente più risultati di chi si affida esclusivamente all'allenamento fisico (questo processo è ben conosciuto dagli atleti olimpionici e dai loro mental-coach).

Con esercizi di questo tipo ognuno di noi può "attivare ed orientare" l'energia psichica e vitale umana, ciò che gli indiani chiamano da millenni: Prana.

Il Futuro è Tornare Indietro

Liberiamoci dell'Apparenza e dell'Attaccamento, riscopriamo Valori Umani più elevati

Il riavvicinamento della Psicologia alla Filosofia è avvenuto anche grazie alla PsicocoSintesi di Roberto Assagioli (cos'è), un metodo capace non solo d'illuminare l'inconscio ma anche di operare in armonia con tutti gli aspetti della personalità umana, e grazie alla psicologia umanistica di Abraham Maslow, dove il presupposto fondamentale è l'equilibrio personale.

La Psicologia da qui in poi inizia a non limitarsi alle sole patologie.

«Dovrei pure osservare che, a mio avviso, la psicologia umanistica, la Terza forza della psicologia, è transitoria, è un prologo ad una Quarta psicologia ancor più "elevata", trans-personale, trans-umana, incentrata sul cosmo anziché sui bisogni e sull'interesse umano, oltrepassante la condizione umana, l'identità, l'autorealizzazione e così via.» Abraham Maslow

Finalmente ci si discosta dallo studio dei comportamenti e delle attività cognitive. Abbiamo infatti la PsicoEnergetica che studia scientificamente la Coscienza e afferma che l'intenzione umana può influenzare la realtà fisica (fonte).

E infine la Psicologia Transpersonale che si pone come obiettivo l'esplorazione dell'inconscio superiore dell'uomo. Essa ritiene che gli uomini vivano in uno stato di ridotta consapevolezza per questo incapaci di autorealizzarsi: nonostante i propri successi sociali e relazionali si sentono insoddisfatti e in preda ad angosce e crisi esistenziali.

Autorealizzazione significa espansione, crescita della propria personalità non solo nel piano concreto ma anche nella dimensione più introspettiva e illuminante.

È qui che entrano in gioco la Crescita Personale e la Meditazione, per aiutarti ad esplorare in piena consapevolezza, stati di coscienza che vanno oltre i limiti dell'ordinaria realtà psicologica e fisiologica.

La Crescita Personale non è fatta di teorie da dimostrare ma di piccoli esercizi pratici quotidiani che ti porteranno ad un cambio di mentalità, ad un miglioramento INTRApersonale (con te stesso) e INTERpersonale (con gli altri).

La Meditazione (che erroneamente è associata al rilassamento) aiuta ad "Essere" nel momento presente senza limitarti all'esistere. Riporta l'attenzione su di te in questo mondo fatto di inutili distrazioni.

Detto ciò posso concludere affermando che oggi siamo venuti a capo di un qualcosa già chiaro da sempre: l'armonia tra Psiché e Soma, Yin e Yang, Mente e Corpo non è da considerare come una cura alternativa a disfunzioni fisiche, quanto come premessa di una più elevata Coscienza Umana.

Conclusione

...e tu cosa ne pensi? Come ti sei sentito?

Ti sei sentito infastidito o turbato da quello che ho scritto? Ti ho avvisato all'inizio dell'articolo: questi sono tutt'oggi considerati argomenti scomodi. È normale essere scettici quando là fuori in TV nessuno parla di queste cose.

Non vogliamo accettare che potrebbero esistere concetti e realtà diverse da ciò che abbiamo creduto finora. Ammetterlo sarebbe come dire di aver vissuto accecati per anni.

Ho volutamente messo più link, informati liberamente e fatti una tua idea sugli argomenti trattati. E se vuoi dire la tua sei il benvenuto, sei libero di scrivere nei commenti qui sotto.

Trovi il .pdf Pillole di Seduzione gratis qui:
  Scopri Cosa Vogliono le Donne


Condividi:
Dì la tua Opinione!