Vuoi iniziare una storia seria con lei? Scopri come e quando aprirti con lei.



Vista in modo semplice e pratico possiamo dire che una persona tende ad innamorarsi di un'altra quando passa molto tempo a pensare a lei. Quindi tra il primo incontro e la prima uscita insieme, e in seguito tra un appuntamento e i successivi, dovrai trovare un modo per farla pensare a te, dovrai sollecitarla a desiderare di rivederti. Puoi fare questo per esempio chiamandola o scrivendole di tanto in tanto richiamando nella sua mente qualcosa di divertente fatta l'ultima volta che vi siete visti.

Oltre questo spunto gli elementi che portano una persona ad innamorarsi sono molteplici. Si inizia con una leggera curiosità o interesse verso l'altra persona, poi ci si sente attratti e in seguito arriva il desiderare passare tempo con questa persona, la fiducia, la complicità, empatia e connessione emotiva, lo stare insieme, etc...

Se stai cercando di fare interessare una ragazza che conosci di vista con la quale non hai mai parlato (o quasi) ti consiglio di leggere gli articoli nella categoria Approccio e Attrazione (troverai sicuramente qualcosa di adatto al tuo scopo).

Se invece stai uscendo con una ragazza già attratta da te con la quale vorresti iniziare una relazione ma sei bloccato e la situazione non si evolve (quindi stai rischiando di diventare amico, trombamico oppure sta per finire tutto), forse stai commettendo qualche errore ed è arrivato il momento di aprirti un po' di più con lei (step necessario dopo l'infatuazione iniziale per arrivare ad innamoramento e, se vuoi, ad una relazione). In questo articolo ti darò consigli importanti per evitare di fare la fine del nostro amico U., ti ricordi la sua storia?

Nello scorso articolo avevamo parlato di quanto sia necessario creare connessione e fiducia nella ragazza con la quale vogliamo iniziare una relazione sana, mentre l'utente del caso preso in esame tendeva a nascondersi, a non svelarsi, a non aprirsi con lei... chi si comporta in questo modo implicitamente dice alla persona che ha di fronte "non mi fido di te", "ti voglio tenere a distanza".

Come puoi sperare di iniziare una relazione amorosa se il tuo atteggiamento indispone le persone all'avvicinamento emotivo?

Se fai il misterioso e non dici le cose apertamente le persone tenderanno a colmare quel vuoto di informazioni con qualcosa di negativo sul tuo conto. Se l'hai appena conosciuta va bene rispondere in modo vago a una sua domanda troppo personale, ma se poi la conoscenza si spinge oltre, devi darle fiducia e aprirti con lei.

Oggi voglio regalarti 3 suggerimenti importanti che potrebbero cambiare per sempre il tuo modo di relazionarti con gli altri.

Ecco il suggerimento numero uno:
Fidati per primo della persona che hai di fronte.
Consideri questa persona degna della tua fiducia e glielo manifesti subito praticamente, in sostanza conti su di lei. In questo modo lei si sentirà spinta a dimostrarsi all'altezza e in un prossimo futuro sarà più propensa a ricambiare.
Una piccola parentesi: ti sei mai sentito in imbarazzo di fronte a una ragazza? Se anche a te capita di non sapere cosa dire a una donna, ti svelo un piccolo segreto: lo trovi qui

Come fare in PRATICA? Bastano piccoli gesti, consiglio: agisci con sincerità, affidale un compito che ti sta a cuore o un qualcosa di importante (es. "puoi tenermi d'occhio il telefono/il giubbotto, torno subito"), confidale un qualcosa di personale, prestale qualcosa che le piace e dille che te lo ridarà la prossima volta, mostrati felice per i suoi successi.

Come vedi dall'isolamento in poi (per isolamento si intende quando, dopo averla approcciata, rimani solo con lei senza amici e amiche attorno) sono necessarie qualità che vanno ben oltre il semplice recitare una frase fatta. La crescita personale non ti aiuta solo ad attrarre donne, ti rende un uomo migliore sotto tutti gli aspetti. Per iniziare questo percorso devi comprendere e accettare te stesso. Vediamo insieme come fare e da dove partire nei prossimi suggerimenti.

Torniamo alla vicenda del nostro utente, U., vuoi sapere com'è andata a finire la sua storia?
Ti incollo qui sotto quello che mi ha scritto. Nel seguito di questo articolo vedremo come e quando lasciarsi andare e aprirsi con lei e a tal proposito come prevenire gli errori che troppi principianti della seduzione commettono.

Citazione dell'email dell'utente:
Ciao Daniel,

alla fine giovedì scorso ho risolto.
Ci ho pensato a lungo e ho deciso di parlargli di me, come non avevo mai fatto con nessuna. Giovedì scorso appena uscito da lavoro sono andato per incontrarla, non se lo aspettava ed era circondata da ragazzi. Sono entrato tra loro l'ho afferrata per il braccio e gli ho detto semplicemente "Ora devi stare a sentire me!". Siamo andati fuori e gli ho raccontato un bel pò di verità, poi l'ho baciata.

Due frasi di lei mi hanno colpito:
- la prima, "io sono sempre stata convinta che tu fossi il classico tipo che ha sempre avuto tutto, non me lo aspettavo..."
- la seconda di risposta ad un mio "non me ne frega niente del resto io ti voglio" a cui dopo un pò mi ha risposto "in tanti ogni giorno mi dicono questa frase ma detto da te ha tutto un altro sapore, un altro significato, un altro tutto"

Sinceramente non pensavo potesse essere così difficile interagire con me, cioè effettivamente non gli avevo mai detto quasi nulla di me ma non sò il motivo mi aspettavo che lei mi capisse.


Certo le donne hanno più intuito di noi uomini e spesso riescono a comprendere le persone al volo ma, rimanendo in silenzio, non possiamo sperare che la nostra compagna ci capisca ogni volta, così facendo si rischiano pericolose incomprensioni.

Quando ci si avvicina al mondo della seduzione per la prima volta erroneamente si pensa che ci siano molti tratti in noi "sbagliati" e da eliminare al più presto. Come per esempio l'essere geloso, essere accomodante, essere possessivo, essere allupato e bisognoso, essere dolce e sensibile, etc...

Si pensa "oddio ho sempre sbagliato tutto con le donne, sono un idiota da oggi in poi sarò diverso e non mi comporterò più così".

Il realtà il miglioramento non è togliere qualcosa ma bensì sviluppare e migliorare quelle caratteristiche attraenti per le donne, senza stravolgere quello che è già presente in noi.

Quindi diventare più sicuro, più deciso e determinato, stare meglio con te stesso, più socievole, più aperto e diretto, etc... ma non devi sforzarti ad essere meno sensibile o meno geloso.

Diciamo che all'inizio parti così:



Possiamo leggere la "tipica situazione iniziale" così: zero padronanza delle caratteristiche che rendono un uomo attraente agli occhi delle donne e ben radicate le caratteristiche che le fanno scappare :)

Leggendo e praticando si inizia a capirci qualcosa in più sulle donne e sugli atteggiamenti da avere... ogni riscontro positivo nella pratica rafforza la convinzione del continuare per quella strada.
Si iniziano a recitare approcci impersonali e a fare battute provocanti. Qualche successo arriva ma poi, come nel caso dell'utente del racconto, si finisce per cadere nella trappola dell'INCOERENZA, nell'apparire "strani" e ci si sente più soli di prima. Questo accade perchè hai eliminato ogni modo di fare del tuo "vecchio io", o meglio, hai provato a nasconderli dentro di te.
...e puntualmente si finisce in questa situazione:



Cioè ci si chiude in se stessi, si rinnega ciò che si era prima, si diventa una "macchina della seduzione" e agli occhi delle donne si risulta freddi, distaccati, molto attraenti sì, ma inaffidabili e poco sinceri.

Per imparare a sedurre e conquistare donne non devi dimenticare chi sei, non devi abbandonare la tua personalità. Essere sensibili, educati e gelosi non sono affatto peculiarità negative da eliminare anzi!

Secondo suggerimento:
Le tue debolezze sono tali solo quando le nascondi.
Essere sicuri di sé non significa non avere paura, essere coraggiosi o essere insensibili. Essere sicuri di sé significa credere nelle proprie capacità e per fare questo per forza di cose devi iniziare con l'accettare te stesso senza vergognarti di quello che provi e di quello che sei. Tutti abbiamo pregi e difetti, accettali, non nascondere le tue paure e rimboccati le maniche per migliorarti e dare il meglio di te in ogni situazione. Come fare in pratica? Mostrare subito alcuni tuoi "punti deboli" ti renderà più maturo e consapevole, toglierà l'attenzione dagli stessi e non dovrai pensarci in futuro (es. "ti avviso subito sono un bambinone, molto sensibile e un po' geloso, mi posso divertire con una semplice birra tra amici, a volte sono troppo affettuoso e se passa una bella ragazza la guardo").

Per avere successo con le donne devi appunto MIGLIORARE nelle caratteristiche in cui eri scarso senza drastici cambi in ciò che sapevi già fare.

Certo se sei eccessivamente geloso e accomodante devi "limare" un po' queste caratteristiche ma dovrai soprattutto concentrarti su svilupparne di nuove e non eliminare ciò che ha delineato per anni la tua personalità altrimenti finirai per non sapere più chi sei.



Nel racconto (vedi art.precedente) lei ha detto "non riesco a capirti sei troppo misterioso" qui non c'è bisogno di interpretazione, lei è stata chiara, questa frase denota, da parte del nostro amico U., freddezza e chiusura, lui agisce in modo schematico, gli scivola tutto addosso. È come se avesse creato un muro attorno a sé per difendersi dalle emozioni negative e dalle delusioni. Inizialmente può sembrare una cosa che funziona, si ha l'impressione di stare meglio, si riesce a raggiungere obbiettivi senza farsi troppi problemi ma poi ci si accorge che c'è dell'altro. Infatti quel muro ti scherma anche dalle emozioni positive, ti isola, ti rende apatico, socialmente e emotivamente "strano".

Dopo la prima fase di Attrazione se si vuole continuare a frequentare la stessa ragazza e iniziare con lei una relazione entrambi i partner hanno bisogno di sincerità, apertura e fiducia reciproca, stimoli al miglioramento dell'uno e dell'altro, empatia, compassione, sensibilità e tutte le altre caratteristiche che avevi messo da parte.

ATTENZIONE dedicarsi ai punti di Fiducia e Connessione solo quando si è del tutto esperti con l'Attrazione (c'è un'intera categoria a proposito). L'eccesso di Fiducia senza Attrazione porta alla zona Amicizia dalla quale sarà dura uscire.

Fare il super uomo che non ha paura di nulla, avere la sicurezza di essere desiderato da tutte le donne, e altri atteggiamenti "da seduttore" sono certamente utili a patto che le caratteristiche che ti rendono unico, le particolarità del tuo carattere che ti hanno accompagnato per una vita intera non vengano sotterrate.

E infine il suggerimento numero tre:
Persegui con entusiasmo sogni ed obiettivi personali e spiega perchè vuoi realizzarli.
Non far decidere agli altri quello che devi fare nella TUA vita. Laureati, trova un lavoro, fai una famiglia... In ogni momento della tua vita c'è qualcuno che ha già deciso cosa dovrai fare. Te ne sei reso conto? Hai mai avuto qualche desiderio al di fuori di questa strada pre-delineata? Hai mai fatto qualcosa per perseguirlo? Qualcuno ha qualche ambizione lavorativa, ma... sogni e obiettivi volti a migliorare? Pochi vero? Vediamo come fare in Pratica: pensa davvero a cosa vuoi dalla vita e inizia a fare il primo passo in tale direzione. Il solo parlare con lei di questo e delle motivazioni che ti hanno spinto ad agire, creerà una forte intimità tra voi, guadagnerai rispetto e potresti addirittura diventare un suo punto di riferimento.

Prima di concludere devo parlarti un po' meglio delle emozioni, sui manuali trovi approfondimenti ed esercizi, vediamo ora cosa significa "aprirsi". Aprirsi significa dare ascolto alle proprie emozioni, sentire quello che stai provando, accettarlo, definirlo a parole e lasciarlo uscire. I tuoi sentimenti sono ciò che ti rendono umano e unico, devi imparare a ascoltare il tuo corpo e ad esprimere ciò che hai dentro. Se ti tieni sempre tutto dentro vivrai condizioni di disagio e in casi più gravi patologie psicologiche.

Vogliono farti credere che non sei tu il responsabile dei tuo stati d'animo: se sei triste è per causa di un'altra persona (ti ha trattato male), idem se sei incazzato (hai subìto un torto). Le cose non stanno affatto così: se sei arrabbiato è perché hai deciso tu di esserlo in merito ad una circostanza. Dovresti imparare a cambiare il tuo "dialogo interno" (vedi questo articolo e Personalità Vincente) dicendo a te stesso: "Sono arrabbiato per questa situazione" e non "Mi ha fatto arrabbiare".

Domina i tuoi pensieri e di conseguenza i tuoi stati d'animo. Non dire: "è colpa sua se...", "Mi ha fatto diventare così" sostituisci questo tipo di dialogo interno con frasi come "Ho scelto di...", "Io voglio che...", "Ho deciso di diventare così". Questo è il modo giusto di parlare a se stessi, migliorerai prima internamente e poi come conseguenza migliorerà anche il tuo modo di fare nel mondo esterno. Sostituisci gli automatismi che ti sottomettono ai pensieri altrui. Hai il tuo pensiero, questo pensiero genera uno stato d'animo e tu vivi l'emozione ad esso connessa. Ciò che succede al di fuori non ti deve influenzare negativamente.

Se questi argomenti ti interessano ti consiglio di approfondire adesso. Di tutto questo abbiamo parlato in Personalità Vincente un manuale che ti aiuta a scoprire i tuoi valori profondi e ad far risaltare i tratti carismatici della tua personalità.

Trovi il .pdf Pillole di Seduzione gratis qui:
  Scopri Cosa Vogliono le Donne


Condividi:
Dì la tua Opinione!