È la verità o è solo una scusa?



Come puoi imparare a sedurre? Con dedizione e costanza, come per ogni altra cosa. Fare un esercizio ogni 15 giorni e uscire il fine settimana a provarci con le ragazze non è sufficiente per interiorizzare nuovi modi di fare. Non bastano la sola forza di volontà e l'impegno, hai bisogno di determinazione e Pratica Disciplinata.

La curiosità iniziale per questi argomenti ti spingerà a metterti in gioco ma per ottenere risultati duraturi dovrai DECIDERE di applicarti Ogni Giorno, a volte non ne avrai voglia ma dovrai farlo lo stesso. Immagino che la mattina ti svegli sempre alla stessa ora per andare a lavorare, giorno dopo giorno, sveglia dopo sveglia, hai abituato il corpo a questi orari e ora ti pesa molto meno tutto questo. Sei riuscito a Disciplinare te stesso e hai creato una nuova abitudine. Ci sei riuscito attraverso la pratica disciplinata.

Ora prova a pensare di fare lo stesso con qualcosa di più piacevole del lavoro: la Seduzione. Il segreto per essere disciplinati è questo: farsi piacere l'attività che stai facendo. Avere a che fare con delle donne potrà metterti ansia e agitazione agli inizi, ma è certamente un'attività moolto piacevole :)

Applicati un'ora al giorno ogni sera o mezz'ora ogni volta che sei in palestra o in pausa pranzo. Leggi un articolo o qualche pagina di un libro Ogni Giorno, fai un esercizio al Giorno, Abituati a interagire con le ragazze Ogni Giorno. Sì hai capito bene, devi agire con Costanza.

Sono quei minuti che dedichi Ogni Giorno al tuo miglioramento personale a determinare ciò che sarai e otterrai in futuro.

Daniel


Sento già le prime scuse: "...eeeh ma io non ho tempo!" e qui lascio la parola a Marco Cammilli, appassionato di crescita personale, motivazione, autostima.

Da "dove sbuca" Marco Cammilli? Ho scoperto il blog di Marco, Upgrade Your Mind, per caso, mentre cercavo suggerimenti per nuovi libri da leggere. In Upgrade Your Mind, Marco, condivide con il lettore le sue esperienze e i suoi studi.
I suoi articoli sono molto pratici e ben scritti, ho pensato che potessero essere d'aiuto anche per gli utenti di SeduzionePratica, così l'ho contattato e abbiamo deciso di pubblicare alcuni articoli uno sul sito dell'altro.

Basta con le chiacchiere, lascio a lui la parola!
Daniel



Non ho tempo...

"Marco, lo sai qual è il problema? È che non ho tempo!"


Quante volte abbiamo sentito questa frase? Quante volte ci siamo lamentati di non avere tempo a sufficienza? Lo so, le giornate sono montagne russe, piene di problemi da risolvere, spesso travolte dalle insorgenti emergenze e si arriva a sera esausti. Le numerose attività giornaliere si prendono tutto il tempo disponibile andando a scapito di ciò che invece ci piacerebbe fare.
Alla fine non ci rimane altro che gridare: "Maledizione, non ho tempo!".

Fino ad oggi ti sei nascosto dietro questa scusante: vediamo insieme perché questa frase è pericolosa. Si arriva a sera e la sensazione che ci portiamo dentro è ben spiegata da una delle frasi più dannose e utilizzate negli ultimi decenni: "Non ho tempo".

Il mondo sembra girare alla velocità della luce e non possiamo che adeguarci: correre, correre ed ancora correre. Sembra davvero di essere su un treno ultra rapido e non sei tu a decidere le fermate. O almeno così ti pare. Se è pur vero che il mondo gira in modo frenetico ti garantisco che possiamo ancora trovare il tempo per fare ciò che desideriamo.

Voi occidentali, avete l'ora ma non avete mai il tempo.

Gandhi

Per prendere consapevolezza che il problema non è il tempo ma siamo noi e la gestione che ne abbiamo, t'invito a rispondere alle seguenti domande:
● Quante ore passi sui social network?
● Quanto tempo dedichi a guardare la televisione?
● Quante volte porti alla mano lo smartphone per farti una partita con l'ultimo gioco scaricato?
● Quanto tempo passi al telefono?
● Quante volte ti soffermi a guardare i filmati su YouTube?
● Quante ore dormi?
● Ecc.
Una piccola parentesi: ti sei mai sentito in imbarazzo di fronte a una ragazza? Se anche a te capita di non sapere cosa dire a una donna, ti svelo un piccolo segreto: lo trovi qui

Sii come la fonte che trabocca e non come la cisterna che racchiude sempre la stessa acqua.

Paulo Coelho


La lista non è certo esaustiva ma è più che sufficiente a rendere bene l'idea. Probabilmente alcune delle domande poste sopra non hanno trovato risposta. Perché? Perché tendiamo a non dare la giusta importanza a ciò che facciamo e non prestiamo attenzione a come impieghiamo il nostro tempo. La cosa peggiore che si può fare è buttare tutto nel calderone, nessuna lista di priorità, nessun obiettivo specifico. Tutto sullo stesso piano temporale e di importanza.

"Marco, mi chiedi quante ore passo su Facebook? Te lo dico subito. Fammi pensare un attimo. Mah, direi... un po' la mattina, poi in pausa pranzo... soprattutto la sera dopo cena... ogni tanto una sbirciatina sullo smartphone..."

1 ora? 2 ore? Di più? Il punto è che non puoi, o peggio, non lo vuoi quantificare. Tengo a precisare che non voglio entrare nel merito se ciò che fai sia giusto o sbagliato. M'interessa focalizzare la tua attenzione su quante ore ti scivolano via ogni giorno facendo cose che non ritieni affatto importanti o prioritarie e spesso lo fai inconsapevolmente.
Ti piace perdere tempo in attività poco rilevanti? Fallo, ma non dire allora: "Non ho tempo".

Frasi come questa sono particolarmente pericolose: significa delegare ad altri le proprie responsabilità. Pensaci, se la responsabilità non è tua ma del TEMPO significa che non puoi fare niente per cambiare le cose. Risultato? Tutto rimane invariato e continuerai a lamentarti. O dobbiamo rifarci alla teoria della "relatività"? Il Tempo è una realtà non dilatabile a meno che non si superi la velocità della luce. Abbiamo detto che corriamo tutto il giorno ma... non così veloce.

Il primo passo è quindi avere la consapevolezza che le cose non stanno affatto così. Se non hai tempo la responsabilità è tua. Solo quando accetterai questo, allora e solo allora, potrai cominciare a cambiare qualcosa nelle tue giornate e nella tua vita. Quante volte ti capita la sera di metterti al computer per "controllare un paio di cosette" e ti accorgi di aver bruciato 2 ore?

Le bugie che ci raccontiamo

Sii sincero con te stesso e ti sentirai subito meglio


Alcuni esempi di ciò che ci raccontiamo e cosa invece dovremmo dire:
● "Non ho tempo per fare attività fisica." → "Preferisco alzarmi tardi il fine settimana piuttosto che andare in palestra."
● "Non ho tempo per migliorare il mio Inglese." → "Preferisco guardare la televisione anziché uscire la sera per un corso di lingua straniera."
● "Vorrei tanto avere tempo per occuparmi di decoupage." → "Preferisco piuttosto sfogliare qualche rivista di moda ."
● "Il sabato mattina mi piacerebbe stare di più con i miei figli." → "Ho solo il sabato mattina per fare un po' di shopping."
● "Vorrei tanto riprendere a ballare ma dove trovo il tempo?" → "La sera preferisco guardare Game of Thrones alla TV piuttosto che tornare a ballare."

Ognuno decide come impiegare il proprio tempo e la propria vita ma per stare meglio il primo passo è essere sinceri con se stessi: niente bugie.

Non ho tempo per fare...

Stabilisci le tue priorità


A volte ci lamentiamo della mancanza di tempo senza neppure sapere cosa vorremmo fare se ne avessimo di più a disposizione. Lo so, sembra un'assurdità ma in effetti è così.

Perdi i tuoi soldi e hai perso solo i tuoi soldi, ma perdi tempo e hai perso una parte della tua vita.

Michael Leboeuf


"Marco, il punto è che non ho tempo!"
"Capisco, ma cosa hai in mente? Cosa vorresti fare se ne avessi di più?"
"Ecco... non so... fammi pensare un attimo... potrei ad esempio..."


Capito cosa succede? Non sappiamo neppure con esattezza cosa vorremmo fare. Ci lamentiamo a priori e la scusa del "non ho tempo" è una delle migliori. Se non hai tempo implicitamente giustifichi molti degli aspetti della tua vita:

● Vorrei cambiare lavoro, selezionare alcune aziende, inviare loro il curriculum.
● Vorrei rivedere alcuni vecchi amici con i quali hai condiviso alcuni momenti importanti della mia vita.
● Vorrei seguire quel corso di crescita personale.
● Vorrei...

C'è una parola però che tacita in un attimo tutti questi VORREI. Una frase che ci tranquillizza e ci rende persino sereni dandoci la falsa illusione che le cose stanno davvero così e che non dipende da noi. È sempre la solita maledetta frase "Non ho tempo". E funziona perfettamente!

E tuttavia se ciò che desideri è davvero importante il tempo lo troverai sempre: riflettici. Ti sarà capitato di fare i salti mortali per riuscire a fare quella cosa a cui tenevi tanto. Era talmente importante per te che sei riuscito a trovare il tempo per farla. E se hai trovato degli ostacoli li hai saltati, schivati, perfino abbattuti. Se è importante il tempo lo troviamo.

Ecco come trovare il tempo che ti serve

...e come sfruttarlo al meglio!


1- Proietta la tua mente nel futuro
Proietta la tua mente nel futuro immaginando te stesso tra 5 anni ad esempio. Pensa adesso a come vorresti essere e quali competenze vorresti aver sviluppato.
"Marco, ma stai scherzando? Non saprei e poi 5 anni sono tantissimi!"

Forse sì e forse no. Posso dirti però che se 5 anni fa ti fossi impegnato nello sviluppare qualche competenza in più oggi saresti in una posizione diversa, migliore. In 5 anni si possono fare cose straordinarie. In 5 anni si fondano, si sviluppano e si consolidano intere aziende.
Ti faccio un esempio. Uber, la tanto nominata azienda che offre un servizio di trasporto privato, ha un patrimonio netto di 6 Bilioni di dollari (Agosto 2015). Il servizio è stato lanciato sul mercato solo 5 anni fa. Cosa sarebbe successo se Travis Kalanick e Garrett Camp, i fondatori dell'azienda, avessero pensato "Troppo complicato, non ho tempo per fare questa cosa"? Sorridi? Eppure il mondo è pieno di persone che si lamentano di non avere tempo e questo atteggiamento non può che portare all'immobilismo.

Quando ti dico che in 5 anni si possono fare cose incredibili lo dico con cognizione di causa. Tu 5 anni fa cosa facevi? È migliorata la tua vita, è peggiorata o è rimasta pressoché identica?

Se non ci piace dove stiamo possiamo spostarci, non siamo alberi.

Snoopy

Ogni singolo aspetto della nostra vita può essere migliorato e non occorre fare incredibili acrobazie perché questo avvenga ma dei semplici, piccoli, costanti, passi in avanti… in 5 anni si può andare molto ma molto lontano! Torna quindi ad immaginare te stesso tra 5 anni: chi vorresti essere? Quali competenze vorresti aver sviluppato? Dove ti trovi? Cosa vedi attorno a te? Prendi carta, penna e scrivi.

Un esempio:
Luca è seduto e ad occhi chiusi comincia ad immaginare come vorrebbe la sua vita tra 5 anni:
● parlerò correttamente l'Inglese;
● avrò una discreta conoscenza del giapponese;
● perderò 10kg e manterrò un peso forma attorno ai 72kg;
● avrò un aspetto tonico grazie all'attività fisica;
● avrò sviluppato ottime competenze sul trading on-line;
● avrò cambiato lavoro e avrò ricoperto una posizione di rilievo in una azienda hi-tec.


Come ti sembra futuro di Luca? Mi pare niente male e la cosa più interessante è che, in fondo, è solo l'inizio! Nell'esempio non ho scritto niente d'incredibile ma probabilmente avrai pensato: "Esagerato Marco, tutte queste cose? E poi?"

Rileggi gli obiettivi di Luca, sono alla portata di chiunque. Devi solo decidere cosa fare di questi 5 anni: buttarli via o sfruttarli tutti fino all'ultimo secondo. Non possiamo ovviamente sapere in anticipo se Luca riuscirà davvero a concretizzare. Abbiamo una sola certezza: porsi degli obiettivi è condizione necessaria per raggiungerli. Se avrai quindi ben chiari gli obiettivi da raggiungere è possibile che tu possa farcela. Se invece non hai alcun obiettivo chiaro in mente… la conseguenza è ovvia, non ti sposterai di un solo metro… e se lo farai è solo perché qualcuno ti ha urtato.

Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto.

Warren G. Bennis


2 – Fai una profonda pulizia

Adesso che hai preso consapevolezza su chi vorrai essere tra 5 anni devi ripulire le tue giornate da quelle attività di scarsa importanza. Ciò che devi fare è capire quali sono e quanto tempo ti portano via. Per aiutarti in questo, trovo molto comodo le tante applicazioni per smartphone che si occupano proprio di registrare il tempo che dedichiamo alle varie attività. Fai una ricerca per "Time Tracker" o similari. Se utilizzerai queste applicazioni avrai un dato oggettivo, inconfutabile, di quante azioni di scarsa importanza ti "rubano" tempo.

Torniamo al nostro caro Luca dell'esempio e vediamo cosa ha scoperto con una di queste applicazioni. Luca era convinto di passare "non molto tempo" su Facebook o al computer. Adesso invece è consapevole che sono 3 le ore che perde mediamente ogni giorno. Si è accorto che quell'ora e mezza di pausa pranzo la passa fondamentalmente a non fare niente, tra divano, Tv e PC.

Luca esce da lavoro alle 18.30 e solitamente rientra direttamente a casa o si ferma per un aperitivo con gli amici. 2 chiacchiere in famiglia, cena e poi arriva l'ora di andare a letto. Luca ha "scoperto all'improvviso" che sono circa 8 le ore impiegate a non fare niente di rilevante. Sono 8 ore che potrebbe invece sfruttare per investire su se stesso e sul proprio futuro. Di tutto questo tempo deve dedicare solo una piccola parte alle attività che lo fanno svagare e che lo aiutano a rilassarti. Deve tenerle sotto controllo perché c'è il rischio, come sai bene, di rimanerci intrappolato. Ti ricordo infatti che sono tutte attività estremamente tentatrici per cui nonostante siano non importanti e non urgenti ti avvolgono nelle loro spire. Dobbiamo imparare a dire loro di no!

Lo sai quale potrà essere il problema di Luca adesso? Cosa fare di tutto questo tempo. Non scherzo, c'è il concreto rischio infatti di non riuscire a sganciarsi dalle care, vecchie, pessime abitudini e tutto rimarrà tale e quale.

3 – Definisci in che modo impiegare il tuo nuovo tempo

Adesso Luca è consapevole che ha tutto il tempo per fare ciò che desidera. Senza perdere un solo attimo trasforma in azione i suoi pensieri. Luca sa bene infatti che rimandare sarebbe il peggior modo per cominciare un percorso di miglioramento. Perché? Perché se rimandi a domani qualcosa che puoi fare oggi potresti scoprire di essere stato colpito da una grave malattia: la Rimandite!

Ben consapevole di tutto questo Luca decide di agire subito:
● si iscrive a un corso d'Inglese;
● comincia ad imparare una seconda lingua: il Giapponese lo affascina tantissimo e potrebbe dargli importanti sbocchi nel mondo del lavoro;
● decide di mettersi in forma consapevole che il benessere mentale è strettamente legato a quello fisico e viceversa;
● lo incuriosisce molto il trading on-line e ritiene opportuno seguire un corso per capire in cosa consiste realmente, se è una strada per lui praticabile, con quali sbocchi ed anche con quali possibili rischi;
● prepara attentamente il suo curriculum vitae e lo invia alle aziende da lui selezionate.

Luca oltre ad aver scoperto di avere tempo per fare ciò che desidera, ha fatto un'altra scoperta ancora più importante: chi vorrà essere domani lo sta decidendo adesso. È consapevole concretamente che solo investendo su se stesso la qualità della sua vita e delle persone care potrà migliorare. Luca si rende conto dell'ovvietà di questo pensiero ma nonostante questo è consapevole di non averci mai riflettuto seriamente.

Prendi l'esempio di Luca e individua i 3 principali archi temporali che puoi sfruttare meglio di quanto tu non stia facendo:
● mattina;
● la cosiddetta pausa pranzo;
● la sera.

Alcuni esempi raccontandoti un po' di me.
Fino a qualche anno fa andavo in mountain-bike. Nel week-end, per non togliere tempo alle altre attività, mi alzavo alle 06.00. Anche in pieno inverno con la temperatura sotto zero uscivo di casa per pedalare. Perché lo facevo? Perché per me era importante, era una priorità. Preferivo svegliarmi presto piuttosto che rimanere a letto a "perdere tempo". Così facendo la mia giornata si "allungava" di 3 ore circa ed io mi sentivo in splendida forma.

Nell'ultimo anno ho seguito un corso di crescita personale. Il corso durava dalle 20.00 alle 23.00 circa. Era un impegno rilevante e un sacrificio che portava via tempo a mia moglie e ai miei due figli. Decisi però che era un tassello rilevante nel percorso che avevo scelto: era importante per me ma avrebbe avuto importanti ripercussioni anche su di loro. Pensa a questo blog e a tutto l'impegno costante che richiede. Lo gestisco da solo e questo significa occuparsi di TUTTO anche di quelle attività fondamentali che stanno "dietro le quinte" e che non si vedono.
Se queste attività non fossero per me importanti sicuramente sarei caduto anch'io nel "Non ho tempo".

Sono esempi semplici ma concreti per dirti che il tempo per fare ciò che desideri si trova, devi solo scegliere cosa è davvero importante per te.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire... hanno paura del mare a furia di invecchiare.

Jacques Brel



4 – Goditi il cambiamento anziché subirlo

Adesso non ti rimane che godere pienamente dei cambiamenti che hai deciso di apportare alla tua vita. Vivi il cambiamento come miglioramento, consapevole che la persona che vorrai essere domani è solo una tua responsabilità, con oneri e onori.

Sei tu che decidi della tua vita. Ricorda che se non sarai tu a farlo è molto probabile che sarà qualcun altro a decidere al posto tuo… e chissà, forse non ti piacerà affatto.

Per concludere

Elimina le distrazioni e definisci i tuoi obiettivi


Adesso puoi decidere di fare due cose, chiudere questo articolo e continuare a lamentarti di non avere tempo oppure cominciare ad essere sincero con te stesso. Puoi stabilire proprio in questo momento come vorresti essere tra 5 anni e quali competenze vorresti aver sviluppato.

Come hai visto il "Non ho tempo" è solo una frottola. Ripulisci le tue giornate dalle cose non importanti e dedicati a ciò che ti farà diventare chi vorrai essere. Sicuramente è più facile essere il risultato del passato che l'origine del futuro. Costa anche meno fatica, ma è questo ciò che vuoi davvero?

Io non credo.

Trovi il .pdf Pillole di Seduzione gratis qui:
  Scopri Cosa Vogliono le Donne


Condividi:
Dì la tua Opinione!