Sedurre significa recitare? Devo fingere per conquistare una donna?



"Come faccio a fare lo stronzo quando non è nella mia indole?". Bisogna chiarire subito questo punto. Fare lo stronzo nella seduzione non significa trattare male le donne, fare il bastardo, non farsi sentire, trascurarla, risponderle male, fare il superiore o fare "quello che se la crede troppo e che se la tira".

È facile fraintendere il messaggio quando ci si focalizza su una frase senza conoscere bene il contesto generale. È un po' come leggere un citazione di un autore famoso e associarla istintivamente ad un particolare significato, poi però quando la si ritrova all'interno del libro nel contesto originale ci si rende conto che l'autore voleva dire ben altro.

In questo articolo voglio risolvere malintesi passati e prevenire quelli futuri. Mi rendo conto che forse all'interno del sito ho usato eccessivamente il termine "stronzo" (o "cattivo ragazzo") per indicare concetti diversi. Proviamo a fare chiarezza.

Stronzo in senso dispregiativo è il bastardo egoista, mentre in senso positivo significa un misto tra provocante e sicuro di sé. Il seduttore non ha paura di agire e non si vergogna dei suoi desideri e delle sue azioni, come vedi questa definizione non ha niente a che vedere con l'essere "stronzi bastardi".

Per rispondere alla domanda iniziale non devi stravolgere te stesso e fingerti quello che non sei, devi imparare concetti nuovi che applicati ogni giorno ti faranno migliorare nei rapporti con le donne.

Se sei sempre stato per natura uno "stronzo-bastardo" studierai la comunicazione, cercherai un rapporto più empatico con le donne, proverai sinceramente di interessarti a ciò che pensano e pian piano migliorerai. Allo stesso modo se sei sempre stato un "bravo ragazzo accomodante" inizierai ad esporre in modo diretto le tue idee e a dire di NO quando qualcuno vuole metterti i piedi in testa o costringerti a farti fare qualcosa che non vuoi fare.

In Pillole di Seduzione Tecniche Avanzate abbiamo parlato di Tira e Molla. Entrambe le figure, stronzo e bravo ragazzo, sono casi limite. Il primo eccede nell'utilizzo di frasi e atteggiamenti "Molla" il secondo eccede nell'uso del "Tira". Probabilmente in qualche commento, articolo o consiglio personale ho detto qualcosa di simile a "devi fare di più lo stronzo" e qui alcuni hanno frainteso non richiamando più la ragazza o facendola sentire inadeguata o in colpa. Mi spiace, dovevo specificare meglio. Sorry! Quello che volevo dire era che in quella situazione avevi bisogno di usare più "Molla" poiché stavi eccedendo con il "Tira".

L'eccesso di Tira, il fare troppo il bravo ragazzo, è la difficoltà più diffusa tra gli utenti del sito. Ci concentreremo più su di questo. Per coloro che eccedono naturalmente verso il "molla" darò qualche consiglio veloce e poi potrete scrivermi nei commenti.

L'atteggiamento innato da "stronzo-bastardo" nei confronti delle donne, nella maggior parte dei casi, cela il timore di mostrare apprezzamento agli altri e qualche probabile disagio nella propria sfera emotiva e sessuale. Se hai questo tipo di difficoltà dovrai guardarti dentro per scovare il blocco emotivo causa di tutto ciò. Forse un trauma o una delusione passata ti hanno portato ad essere più freddo e distaccato nei confronti delle donne? Pensaci. Non c'è nulla di male a lasciarsi aiutare da un professionista se ne hai bisogno.

Una piccola parentesi: ti sei mai sentito in imbarazzo di fronte a una ragazza? Se anche a te capita di non sapere cosa dire a una donna, ti svelo un piccolo segreto: lo trovi qui

Insomma ognuno ha le proprie difficoltà, il punto sta nell'individuarle e iniziare a lavorarci su.

L'uomo Zerbino. Il problema non è nella personalità.

Alla disperata ricerca di Approvazione. Iniziamo con il correggere i modi di fare controproducenti.

In contrapposizione al cattivo ragazzo, i comportamenti da Bravo Ragazzo o Uomo Zerbino sono caratterizzati da una visione distorta dei rapporti con l'altro sesso e da una spasmodica ricerca di approvazione. Questi individui sentono il bisogno di essere apprezzati dagli altri soprattutto dalle donne. A mio avviso in questo non c'è nulla di male, il problema nasce quando per ottenere questa approvazione ci si prostra senza ritegno al volere degli altri (più volte abbiamo detto che facendo di tutto per lei si ottiene in cambio solo disprezzo e compassione -quasi l'opposto dell'approvazione-).

Chi non vorrebbe ricevere complimenti sinceri dagli altri? Penso che anche a te piaccia essere ammirato e lodato per le tue capacità e modi di fare. Se vuoi farti nuovi amici maschi leggi la categoria socializzare e inizia tu a far notare ai tuoi amici cosa ti piace di loro (senza sottometterti).

Una persona può stimarti e apprezzarti per vari motivi, certo dipende anche da lei, ma se sei di indole "bravo ragazzo" il punto non è farti diventare uno "stronzo bastardo" ma è semplicemente correggere alcuni tuoi atteggiamenti dandogli uno scopo.

Mi piace sempre aggiungere, ai manuali e agli articoli, qualcosa di immediato aiuto utilizzabile subito.

Ecco a te. L'approvazione può essere ottenuta in molti altri modi:

• esponendo le proprie idee con convinzione e senza paura del giudizio degli altri
• fare quello che gli altri non hanno mai avuto il coraggio di fare
• trovare le parole per esprimere quello che l'altra persona sta provando
• farle aprire gli occhi su un particolare evento o argomento

Il centro del problema non è la tendenza caratteriale al ricercare approvazione ma il modo in cui la si vuole ottenere.

Possiamo fare un discorso simile anche per l'essere umile e sensibile. Un utente mi aveva descritto il suo carattere in questo modo, pensando che fosse obbligato a "dover cambiare" per ottenere risultati. Sì è necessario cambiare, ma NON cambiare quello che si è, bensì cambiare atteggiamento, cioè vedere la propria sensibilità e umiltà in modo positivo. Questi sono infatti PREGI da valorizzare e non SCUSE dietro le quali rifugiarsi per giustificare i propri insuccessi.

Capire la situazione per sapere come agire.

L'esperienza ti permette di comprendere e valutare meglio le circostanze.

Ogni esempio, ogni botta e risposta, va analizzato nel contesto originale. In Conversazione Efficace ci sono pagine e pagine di esempi pratici e di risposte pronte (vedi capitoli e articoli sugli shit-test) ti saranno molto utili se sai quando usarle.

Ti faccio un esempio per farti capire subito. Una ragazza ti dice "che pettinatura hai?!" il bravo ragazzo insicuro se ne andrebbe con la coda tra le gambe o le risponderebbe "Non ti piace il mio look? Mi spiace… Vado un attimo in bagno a darmi una spettinata per te" mentre tu, che ne sai di seduzione, cerchi velocemente la risposta nella tua memoria, e le dici: "troppo figo per te vero?" o "lo dici solo perché in realtà ti piaccio". Se il contesto era quello di una ragazza scontrosa appena conosciuta può andare bene mostrare sicurezza e provocarla per farle cambiare atteggiamento, e se invece fosse stata una tua amica o una tua collega a porti la domanda? E se fosse stata la tua ragazza? E se la domanda in realtà fosse stata posta con un tono del tutto rilassato?

Il punto non è fare il figo e tirarsela per forza, ma rispondere a tono valutando le circostanze e ciò che si vuole ottenere. I principali interruttori di attrazione da trasmetterle sono lo stare bene con se stessi e la sicurezza. Questo non puoi simularlo. Non puoi fingere, risulteresti subito INCOERENTE.

Anche il bravo ragazzo può mostrare sicurezza senza fare per forza lo spavaldo (atteggiamento che "stonerebbe" con la propria personalità vedi coerenza e incoerenza nella seduzione). Puoi essere sensibile senza metterti a piangere e umile senza umiliarti.

Come? Tornando all'esempio del "che pettinatura hai?!" una persona sensibile/empatica potrebbe rispondere "Hai presente come ci si sente quando ti fai un nuovo taglio di capelli e nessuno lo nota? A me capita sempre, così questa volta ho deciso di "darci un taglio"" qui la sicurezza deriva appunto dal fatto che hai avuto il coraggio di dire quello che pensavi infischiandotene del tono della sua affermazione.

Un uomo umile potrebbe dirle "Eppure mi trovo bene… In cosa non ti piacciono esattamente? Dammi qualche consiglio da esperta… poi valuterò se seguirlo." Questa frase apparentemente da "cagnolino" in realtà mostra sicurezza per il fatto di non aver paura di mettersi in discussione e per aver sottolineato il "non fare necessariamente ciò che lei dice" è come se le avessi detto "dimmi cosa ne pensi, ti ascolto, poi IO valuterò e deciderò".

Sintetizzando molto bisogna innanzitutto accettare se stessi, POI trovare il proprio equilibrio e la propria sicurezza interiore.

Ora qui molti faranno copia-incolla verbale e reciteranno tutto alla prima ragazza che gli capita sotto-tiro. Devi capire quello che c'è dietro ogni frase, quali sono le regole, i concetti espressi e il gioco di emozioni che nasce da tutto ciò. Solo dopo averlo pienamente compreso sarai in grado di "far tua" ogni singola risposta modellandola alla tua personalità. Queste pagine sono lette da migliaia di persone sono obbligato a generalizzare è ovvio che il tuo sarà sempre un caso specifico. Con ogni donna sarà una situazione diversa, ci saranno sempre nuovi dettagli da analizzare e considerazioni importanti da fare. Non può esistere online la soluzione perfetta per il tuo caso, puoi trovare esperienze simili dalle quali prendere spunto… ma poi ad ogni nuova difficoltà saresti un'altra volta li davanti allo schermo a cercare ancora e ancora.

Quello che puoi fare è CAPIRE. Studiare le dinamiche sociali uomo-donna, comprendere come funzionano i rapporti e le interazioni sociali, accettare e rivalutare te stesso, essere aperto mentalmente alle novità e godere nello scoprire concetti nuovi.

Fatto ciò sarai autonomo, saprai da solo cosa fare in ogni situazione, sarai un passo avanti agli altri perché saprai sempre quello che sta succedendo, vivrai la scena dall'interno non sarai una semplice comparsa o elemento passivo nelle interazioni umane, avrai il tuo ruolo da protagonista. Tutto ciò senza rinunciare alla tua indole, senza modificare il tuo carattere e soprattutto senza più essere costretto a fingere per ottenere qualcosa.

Cito un recente commento di un utente:
"[…] Penso che lo spavento che può avere una persona è -sembrare o diventare finto imparando determinate cose- ma non è cosi... perché fondamentalmente serve, come prima cosa, che il cambiamento lo voglia la persona dentro di se."
Cry (settembre 2013)

In quali situazioni è concesso Fingere?

Avere la risposta pronta quando sei ancora inesperto può aiutarti ad aumentare la tua sicurezza e autostima.

Quando sei agli inizi, se non hai esperienza con l'altro sesso, se sei molto insicuro e non sai il perché, se non capisci niente delle donne, se hai paura… allora va bene iniziare a sperimentare con qualche frase fatta e metodi più schematici.

Un ragazzo circondato solo da amici maschi, sarà abituato a parlare e ragionare in modo concreto, pratico e razionale alcuni avranno anche difficoltà a descrivere a parole il proprio carattere e la propria persona, per loro giustamente la frase "approccia lei, vai e sii te stesso" non ha alcun senso.

Il manuale Personalità Vincente è pieno di esempi ed esercizi per chi inizia da zero. Pian piano eseguendo meccanicamente gli esercizi proposti inizierai a prendere confidenza con il metodo e sentirti più sicuro nel rapportarti con l'altro sesso. Inizierai a capire quello che succede attorno a te, comprenderai le reazioni delle donne e riuscirai addirittura a prevederle.

Parlerai con molte ragazze e correrai il rischio di innamorarti della prima che ti dà più confidenza, è qui che devi tenere duro, è quello il momento in cui è necessario fare un passo in più, salire un altro gradino. Dovrai capire te stesso e necessariamente smettere di simulare o recitare. Dovrai porti delle domande, fare un analisi sincera, guardarti dentro, darti delle risposte, comprenderti e accettarti.

Giù la Maschera!

Superata la fase iniziale di "sperimentazione pratica", continuare a fingere significa SOLO mentire a se stessi.

Se inizialmente fingere, mentire e recitare poteva essere accettato ora è arrivato il momento di crescere, migliorare, scoprire la tua personalità per diventare Uomo. Per vivere un rapporto sano e continuativo con una donna NON PUOI simulare o recitare.

Quasi la totalità degli uomini italiani corteggiano la donna, fanno i carini e i gentili, la sommergono di complimenti e regali, si fingono interessati a quello che lei dice anche se sono tutte idiozie… con l'unico scopo di infilarsi nelle loro mutande. Questo non è essere un Bravo Ragazzo è finzione e inganno allo stato puro. Dal punto di vista morale è molto discutibile, ma se tutto finisse qui potrei anche capire.

La vera visione contorta e malata del rapporto con le donne viene fuori dopo:
Alcuni uomini sono diventati talmente bravi nel fingere tutto ciò che ci credono veramente e sono convinti di poter instaurare un rapporto serio continuando questa sceneggiata. Stanno mentendo a loro stessi. La realtà è che per avere una relazione sana e duratura con una donna è necessario comprendere se stessi e i propri sentimenti, essere sinceri ed aprirsi con lei e saper gestire la tensione sessuale. Approfondiremo il concetto in un futuro articolo nella categoria relazioni.

Ricapitolando:
• Essere stronzo nella seduzione non significa trattare male le donne e fare il bastardo, significa dimostrare sicurezza usando di più atteggiamenti da "Molla".
• Il problema del bravo ragazzo non è la tendenza caratteriale al ricercare approvazione ma il modo in cui la si vuole ottenere. Il bravo ragazzo deve imparare a mostrare agli altri le proprie qualità ed ad esprimere le proprie idee e non assecondare il volere altrui.
• Essere in grado di comprendere la situazione in cui ti trovi ti permettere di agire al meglio. Per arrivare a questa consapevolezza serve il coraggio di provare e riprovare.
• Potrai toglierti la maschera del seduttore che ripete frasi a memoria solo quando capirai i concetti che stanno dietro ai rapporti umani e alle dinamiche sociali. Personalizzerai gli esempi proposti, interiorizzerai i concetti spiegati e sarai COERENTE con la tua personalità senza più dover fingere nei rapporti.

Aggiornamento: il seguito di questo articolo lo trovi qui

Trovi il .pdf Pillole di Seduzione gratis qui:
  Scopri Cosa Vogliono le Donne


Condividi:
Dì la tua Opinione!